Introduzione a TRENO PER LA SVIZZERA

di Andrej Ghelasimov
traduzione italiana di Simone Corazza

testo originale in russo ("Поезд в Швейцарию")

Una breve introduzione a "Treno per la Svizzera"

Chiunque, per uno di quegli insondabili casi della vita, si fosse trovato a un certo punto parato innanzi l’ostacolo insormontabile del russo, avrà senza meno ricevuto l’immancabile, sinistro, non richiesto consiglio: ascolta canzoni in lingua originale, guarda film in lingua originale, leggi racconti in lingua originale.
Cechov. Non si può cominciare altrimenti. Saltykov Shedrin. Si progredisce con gli studi, Bunin, stellare, ma passi il tempo a chiederti che avrà voluto dire?, Paustovskij con le sue estenuanti descrizioni della natura è ancora troppo difficile, batti altre strade, la malinconia di Nabokov, sì però a piccole dosi, Pelevin peggio che andar di notte, al terzo anno Vojnovic, ma all’università ti obbligano ai classici, così le fotocopie quasi clandestine dei racconti di Ghelasimov, sotto le volte gotiche e angoscianti della Lomonosov, hanno l’alone elettrizzante della trasgressione. Il mio primo turpiloquio in lingua russa. Brevissime istantanee di vita vissuta, la routine quotidiana sublimata in aristocrazia letteraria, sconfinamenti nel fantastico, piccoli fatti in cui il lettore si specchia e si riconosce, negli slanci eroici come nelle nefandezze. Forse perché su quel Treno per la Svizzera, in momenti diversi, ci siamo saliti tutti, con Vitja, Danguole e gli altri, forse la destinazione era un’altra, un’altra la partenza, o forse, più semplicemente, è il treno che non abbiamo mai preso ma che avremmo sempre desiderato prendere. Ecco: Ghelasimov ci rimanda indietro i treni persi. Che’ poi non abbiate a dire che non v’è stata data una seconda possibilità.

Simone Corazza



Andrej Ghelasimov si presenta ai lettori di Russianecho.net

Почти двадцать лет тому назад, когда у меня совсем не было денег, бороды, трех детей и твердой уверенности в конечном торжестве справедливости, я поступил в театральную школу великого русского режиссера Анатолия Васильева. Первое, что мне довелось там увидеть, был спектакль "Шесть персонажей в поисках автора" по пьесе гениального Луиджи Пиранделло. Это представление поразило меня до такой степени, что я ни с кем не разговаривал три дня, а потом бросил театр и начал писать свои книги. Вот так итальянская литература и Анатолий Васильев спасли от меня русский театр, а мои персонажи, в конце концов, нашли своего автора.

Андрей Геласимов

***

Circa vent’anni fa, quando ancora non avevo un soldo, né la barba né i tre figli e l’incrollabile certezza nel trionfo finale della giustizia, io m’iscrissi nella scuola di teatro del grande regista russo Anatolj Vasilev. La prima cosa che mi fecero vedere fu lo spettacolo “Sei personaggi in cerca d’autore”, tratto dal racconto del geniale Luigi Pirandello. Questa rappresentazione mi colpì a tal punto che per tre giorni non parlai con nessuno, e poi lasciai il teatro e cominciai a scrivere i miei libri. E così la letteratura italiana e Anatolj Vasilev salvarono da me il teatro russo, e i miei personaggi , alla fin fine, trovarono il loro autore.

Andrei Ghelasimov
 
Andreij Ghelasimov - Note biografiche:

Andrej Ghelasimov nasce a Irkutsk nel 1966. Di professione filologo e regista teatrale. All’inizio degli anni ’90 pubblica sulla rivista “Nuova Generazione” ("Смена") la traduzione del romanzo “La sfinge” dello scrittore americano P. Cook. Dal 2002 vive a Mosca. Attualmente si occupa solo di produzione letteraria.

Nel 2001 viene pubblicato “Fox Molder assomiglia a un maiale” ("Фокс Малдер похож на свинью"), il racconto che dà il titolo al libro con cui arriva fra i finalisti al premio Ivan Belkin.
Per il racconto “La sete” ("Жажда" - 2002) viene insignito del premio Apollon Grigoriev ed è nuovamente candidato fra i finalisti del premio Belkin.

A.Ghelasimov è autore di numerose novelle e racconti, di poesie in prosa, del romanzo “L’anno dell’inganno” ("Год обмана"). I suoi libri vengono tradotti in francese e in tedesco.

 

Pin It
Joomla templates by a4joomla