Indice articoli

Dov'è il nemico?

Tutti vogliamo un mondo diverso. Tutti sogniamo un mondo migliore. Pochi hanno il coraggio, fra quelli che hanno le mani sui bottoni, di dirci la verità sul mondo di oggi.

Gorbaciov e Carter, che le mani sui bottoni non ce l’hanno più da tempo, hanno il coraggio di non mentirci, di non nasconderci la verità dietro ragion di stato (o altre ben più meschine e lobbistiche).

Gorbaciov da russo e Carter da americano danno voce al mondo “multipensante”, dove il nemico è prima di tutto una persona che la pensa in maniera diversa da me e non un oggetto da eliminare dalla strada della mia lotta per il bene autoreferenziale; dove le ragioni del nemico, a prescindere dalla loro giustezza, sono ammesse; dove il nemico non è negato, ma riconosciuto nel suo diritto ad esistere, dove ancora il nemico può diventare un amico ... perché poi, si sa, basta poco per scoprirci anche noi nemici. Carter ha avuto il coraggio di guardare in faccia il nemico che è in noi.

 

Giuseppe Iannello

 

Joomla templates by a4joomla