Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Visto che anche a Messina sembra arrivato un po’ di freddo (17 gradi: sarà il caso di tirar fuori le pellicce?!), sembra il momento opportuno di preparare un minestrone molto …. russo, sarebbe meglio dire “russu”, anzi bordò: il borsc.

 

Ingredienti: 2,5l di brodo di carne (attenzione non usate il dado!), ½ kg di cavolo cappuccio, ½ kg di barbabietole rosse (si trovano nei grandi supermercati già precotte), una carota, 2/3 di una rapa bianca (potete sostituirla con una patata media); una cipolla gialla; occorrerebbero anche una radice di prezzemolo e di sedano, ma sono difficili da trovare. Ancora 50g di concentrato di pomidoro, due cucchiai di aceto bianco (va bene anche quello di vino bianco, non usate quello di mele o balsamico); 10g di zucchero, 20g di farina, 50g di grasso (strutto, burro o olio non troppo saporito), 5 grani interi di pepe nero, 2 foglie di alloro, erba cipollina (o cipollotti verdi), finocchio selvatico, un po’ di panna liquida mescolata con maionese, sale a piacimento

 

Preparazione: mettere nel brodo bollente il cavolo tagliato a striscioline fini e far bollire l’insieme per 40 minuti. Nel frattempo soffriggere la cipolla tagliata a pezzetti, la carota e la rapa grattugiate; aggiungere al soffritto barbabietole grattugiate grossolanamente (lasciatene qualche pezzetto da parte), radici, pepe, alloro, concentrato di pomidoro e uno o due mestoli del brodo dove stanno cocendo i cavoli e far stufare il tutto. Unire gli ortaggi stufati al brodo con i cavoli, lasciare bollire ancora per un po’. Sciogliere in un tegamino due cucchiai di grasso, aggiungerci la farina, mescolare bene ed unire tutto alla minestra. Preparare il “colore”: ricoprite d’aceto i pezzettini di barbabietole che avete lasciato e fate sobbollire per 3-5 minuti, lasciate raffreddare; dopo mescolate tutto con lo zucchero e aggiungetelo al borsc.

 

Salate a piacimento.

 

Ricordate che il borsc dovrà risultare leggermente più liquido del minestrone italiano, deve avere un colore bordò intenso ed avere gusto agrodolce. E’ più buono gustarlo il giorno dopo (conservatelo in frigorifero e riscaldate la quantità necessaria al momento del pasto). Al momento di servire, in ogni piatto aggiungete un cucchiaino di panna e maionese mescolate insieme e cospargete il borsc con le erbe tritate.

 

Buona fortuna!

Joomla templates by a4joomla